Cenni storici

ORIGINE DELLA CHIESA REGINA PACIS IN VERCELLI

Nel 1916 don Lorenzo Rossi si propone di costruire un santuario a Maria, compra il terreno a Porta Torino e costruisce una prima cappella di legno benedetta il 26 novembre 1917. Accanto alla cappella funzionava l’oratorio San Luigi, per l’educazione della gioventù.

Il 24 novembre 1918, presente l’Arcivescovo di Vercelli Mons. Gamberoni, nella cappella di legno, veniva formulato il voto di costruire, da parte dell’intera città il santuario della Vergine “Regina Pacis” in ringraziamento per la pace ottenuta.

La cappella di legno, intitolata alla Regina Pacis, rappresentata dal quadro di Carlo Morgari (1917, ora conservato in chiesa), durò fino al 1922.

Con l’approvazione dell’Arcivescovo Gamberoni, aiutato da 200 patronesse che raccoglievano offerte nella città, dopo una Missione al popolo, don Rossi iniziò i lavori della nuova chiesa il 29 dicembre 1922, grazie all’intervento gratuito del nipote capomastro Gino Rossi.

I lavori furono poi continuati dal capomastro Giovanni Tarchetti, mentre don Rossi andava a visitare gli agricoltori della Diocesi per implorare il loro aiuto. Il 23 dicembre 1923 don Rossi celebra solennemente la prima festa della Regina Pacis nella nuova chiesa, mancante di pavimento, volta e parte del tetto.

D’ora innanzi don Rossi si dedicherà alla costruzione della “chiesa spirituale” prendendosi cura dei poveri, degli ammalati, della gioventù. L’oratorio è pieno di bambini, ragazzi e giovani che don Rossi, aiutato dalla sua fedele collaboratrice Ernesta Ugo, intrattiene con vari divertimenti, e istruisce con la parola di Dio.

Con la venuta dell’Arcivescovo Montanelli, nel 1929, Regina Pacis fu aggregata a San Salvatore, che ultimava i lavori con la volta in eraclit e pavimento, ed il 7 settembre 1941 il parroco di San Salvatore Mons. Piletta benediceva la “rinnovata” chiesa.

Dopo la morte di don Rossi (22 febbraio 1946) la Chiesa è affidata ai Padri Carmelitani che compiono varie opere di rifinitura: recinto del sagrato, decorazione interna, locali della casa. I Carmelitani lasciarono di loro spontanea volontà la chiesa nel 1962.

Il 16/7/1962 la chiesa Regina Pacis è eretta a Parrocchia e affidata al clero diocesano. Riconoscimento civile: decreto Presidente della Repubblica n° 614 del 22 marzo 1963

Visita la pagina Facebook

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter per restare informato circa le iniziative della parrocchia e dell'oratorio!

Abilita il javascript per inviare questo modulo